Con l’avvio dell’anno scolastico ripartono le proposte della riserva naturale “Grotta di Santa Ninfa” per le scuole
:  visite guidate in natura, percorsi didattici tematici, laboratori sul carsismo ed i fenomeni geologici. L’area protetta diventa un vero e proprio laboratorio a cielo aperto per osservare e comprendere i fenomeni della natura, per sensibilizzare i giovani alla conservazione degli ecosistemi naturali.
Per la scuola elementare e media inferiore
Il programma “Suoni e Colori” esplora la riserva attraverso giochi di movimento, attività sensoriali e momenti di riflessione (mappa sonora, percorso silente, albero ritrovato, ecc.); “Vivi la Riserva” è un’escursione naturalistica alla scoperta dei fenomeni carsici e delle principali emergenze ambientali dell’area protetta: le doline, i karren, la caratteristica vegetazione a gariga, il torrente Biviere, gli inghiottitoi, ecc.

I laboratori didattici stimolano l’interesse e la comprensione dei fenomeni fisici e geologici attraverso l’osservazione diretta e lo svolgimento di esperienze: Chi indovina la roccia? (riconoscere e classificare le rocce attraverso l’osservazione, il tatto e l’olfatto), Una giornata da geologo (per conoscere il mestiere curioso e affascinante del geologo attraverso carte topografiche, lenti di ingrandimento, bussole), Un “mare” di gessi (per scoprire un fenomeno geologico straordinario – la “crisi di salinità del Messiniano”) e capire come “nasce” e “cresce” un cristallo attraverso semplici esperimenti di precipitazione e dissoluzione

Per la scuola media superiore
“Lacqua: una grande scultrice” è un percorso didattico sul carsismo, alla scoperta dei fattori geologici ed ambientali che modificano il paesaggio ed il territorio; “Un mare di Gessi” è dedicato alla scoperta delle rocce gessose ed alla loro origine geologica; “La Sicilia e lo zolfo” è un percorso tra storia, natura e cultura, alla scoperta degli antichi giacimenti di gesso in Sicilia e dell’estrazione dello zolfo.

Il Centro Visitatori della Riserva Naturale, ubicato nel suggestivo Castello di Rampinzeri, antico baglio risalente al ‘600 recentemente restaurato, offre una mostra sugli aspetti naturalistici del territorio, materiali informativi e didattici, roccioteca tematica, prodotti tipici locali.

La riserva naturale organizza anche specifiche attività su richiesta delle scuole: laboratori, seminari, eventi di sensibilizzazione di rilievo nazionale (Festa dell’Albero, PiccolaGrandeItalia, Puliamo il Mondo, progetti di educazione ambientale). Le attività didattiche non comprendono la visita alla Grotta di Santa Ninfa, area di massima tutela della riserva, che può essere visitata solo nell’ambito di specifici percorsi da concordare con gli insegnanti.

Per informazioni è possibile contattare la riserva naturale ai seguenti recapiti: 3298620475, santaninfa@legambienteriserve.it

Giulia Casamento
Riserva Naturale “Grotta di Santa Ninfa”
Castello di Rampinzeri
c.p. 4264041 – 91029 Santa Ninfa (TP)
tel. 092462376  fax 09241916026
email santaninfa@legambienteriserve.it
www.legambienteriserve.it