Promozione di

sviluppo socio-economico locale

Nella convinzione che le aree naturali protette costituiscono una straordinaria opportunità per i territori e le comunità locali, Legambiente promuove nelle riserve naturali azioni di sviluppo socio-economico basate sulla tutela e sulla valorizzazione delle risorse ambientali e culturali, sul recupero delle attività tradizionali, sulla promozione del turismo rurale e dell’agricoltura di qualità, in collaborazione con i residenti o con i soggetti che operano nei territori.

In questo ambito assumono particolare rilievo:

  • la formazione ed il coinvolgimento di giovani locali che collaborano alle attività di fruizione e di educazione ambientale svolte nelle riserve naturali;
  • l’erogazione di indennizzi per mancato reddito e la creazione di una cooperativa di giovani agricoltori locali nella riserva naturale “Macalube di Aragona”, cui sono stati affidati lavori di prevenzione antincendio e di rinaturalizzazione del territorio;
  • il protocollo di intesa stipulato con una ditta agrituristica nella riserva naturale “Grotta di Santa Ninfa” per regolamentare, promuovere ed orientare in senso sostenibile le attività ricettive;
  • il sostegno alla multifunzionalità in agricoltura nella riserva naturale “Lago Sfondato”, in cui sono stati affidati agli agricoltori residenti i lavori di manutenzione del territorio.

Inoltre Legambiente aderisce ai Gruppi di Azione Locale (GAL), ai Distretti Turistici ed ai network che operano per la valorizzazione e promozione del territorio, con l’obiettivo di creare sinergie tra i diversi soggetti e di rafforzare le azioni proposte.

La Rete Museale e Naturale Belicina

Legambiente ha promosso la nascita della Rete Museale e Naturale Belicina, un soggetto che si propone di coordinare in maniera integrata le strutture museali e le riserve naturali presenti nella Valle del Belice al fine di promuovere in maniera più efficace l’intero comprensorio. Alla Rete aderiscono circa 30 strutture museali gestite da soggetti pubblici e privati, 2 parchi archeologici (Selinunte e Segesta) e 2 riserve naturali (tra cui la “Grotta di Santa Ninfa”).

Il Consorzio Turistico “Valle dei Templi”

Dal 2012 Legambiente aderisce al Consorzio Turistico Valle dei Templi, che opera per la promozione del territorio agrigentino attraverso la valorizzazione delle aree di interesse naturalistico e dei siti di interesse culturale, nell’ottica di attivare azioni di cooperazione ed integrazione.